giovedì 6 ottobre 2011

Jobs, il genio e l’export di sfruttamento

L'articolo qui riprodotto è in forma ridotta sará disponibile dal giorno 07 Ottobre 2011 12:00:00 su http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=10790
E così oggi il mondo, dopo tanta attesa mediatica e un po’ macabra (ma fa audience e tira copie e visitatori di web), si riversa nella rete a piangere il proprio eroe innovatore. Un altro limpido esempio di sogno americano avveratosi e diventato realtà, ricchezza, benessere, innovazione, moda, status. Steve Jobs ha lasciato questo mondo per una orrenda e democraticissima malattia incurabile, una di quelle ultime disgrazie che non guarda alle classifiche di Fortune o alle patinate copertine del Time, ma colpisce in maniera casuale e per questo è ancora più atroce. Moti fra i più “sensibili” dopo qualche salamelecco di ammirazione per l’intraprenditorialità mitizzata del... 

Nessun commento:

Posta un commento